Avv. Antonio Tanza - Vicepresidente ADUSBEF


Vai ai contenuti

Menu principale:


CMS e Cassazione

Anatocismo e Usura > Cosa puoi fare subito! > USURA

USURA BANCARIA

La Commissione di massimo scoperto rientra negli oneri anche per il periodo precedente al 31.12.2009, lo ha stabilito la seconda sezione penale della Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n.12028/10 (relatore Giudice dr. Domenico Gallo).


Ritieni che il tuo istituto abbia applicato o continui ad applicare tassi superiori a quelli soglia consentiti dalla legge?

E' sufficiente mettersi in contatto con la Vicepresidenza Adusbef collegandosi al sito www.studiotanza.it, in alternativa scrivendo direttamente ad adusbef@studiotanza.it, oppure telefonando solo al 0836.566094 o mandando un fax al 0836.631656.
Ci necessita acquisire:
1) copia del contratto di conto corrente;
2) copia di tutti gli estratti conto, esclusivamente a decorrere dal 02 aprile 1997 (e non per il periodo antecedente tale data);
3) Consenso informato sottoscritto al trattamento dei dati personali (Privacy) che scaricabile qui.
4) Modulo comprovante l'avvenuta iscrizione all'Associazione Adusbef (che trovate qui) e l'attestazione del versamento della quota associativa per l'anno in corso.

Si prega di indicare nella lettera di accompagnamento i recapiti del mittente e l'oggetto della richiesta che sarÓ: Verifica Usura Bancaria .

Tutta la documentazione, rigorosamente in fotocopia, va inviata a: VICEPRESIDENZA ADUSBEF, Corso Porta Luce n. 20 (73013) GALATINA.

LA PERIZIA TECNICA ADUSBEF
PER VERIFICARE IL SUPERAMENTO DEL TASSO SOGLIA

La perizia tecnica, redatta esclusivamente da dottori commercialisti convenzionati con Adusbef, Ŕ necessaria per verificare il superamento o meno del tasso soglia.
Il legislatore con la legge n. 2/2009 ha modificato di fatto il metodo di rilevazione dei tassi soglia e le modalitÓ di calcolo del Teg. Il Ministero per l'Economia e le Finanze ha emanato in data 24.12.2009, con Decreto Ministeriale, i dati concernenti la rilevazione dei tassi di interesse effettivi globali medi ai sensi della legge sull'usura n. 108 del 1996 e la rilevazione sui tassi effettivi Ŕ stata svolta dalla Banca d'Italia sulla base dei nuovi criteri resi pubblici nel mese di agosto 2009. Le nuove Istruzioni sulla rilevazione chiedono agli intermediari di segnalare tassi medi inclusivi di ogni onere connesso con il finanziamento a carico del cliente, in modo da incrementare la trasparenza sul mercato del credito, da contrastare le prassi di applicare costi non inclusi nel limite anti-usura e da consentire verifiche incisive sulle condizioni economiche applicate alla clientela.
La seconda sezione penale della Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n.12028/10 (relatore Giudice dr. Domenico Gallo) ha affermato che ai sensi del quarto comma dell'art. 644 c.p. (secondo il quale per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all'erogazione del credito) impone di considerare rilevanti ai fini della determinazione della fattispecie di usura, tutti gli oneri che un utente sopporti in connessione con il suo uso del credito. Tra di essi rientra indubbiamente la commissione di massimo scoperto.




Questo sito Ŕ di proprietÓ dello Studio Legale TANZA | antonio.tanza@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu