Avv. Antonio Tanza - Vicepresidente ADUSBEF


Vai ai contenuti

Menu principale:


Catania / Lecce

Anatocismo e Usura > Testi sentenze 2004/2010 > Sentenze 2010

V

TRIBUNALE CIVILE DI CATANIA
Causa Civile n. 9755/05 R.G.
G.U. Dott. A. Azzia
Ordinanza 186 quater cpc

per C. G. e G. C. rappresentata e difesa dagli Avv.ti Vittorio MENZA ed Antonio TANZA

ATTORI


contro

Banca Popolare di Lodi SCaRL, oggi Banca Popolare Italiana, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dall'Avv.to Domenico NICOLOSI;

CONVENUTA

Il Giudice,
letti gli atti del procedimento R.G.N. 9755/2005 promosso da C. G. e G. C. contro la Banca Popolare di Lodi soc. coop. a r.l.;
rilevato
- che parte attrice ha copiosamente argomentato in seno alla comparsa conclusionale, contestando in ordine alle risultanze della perizia tecnico-contabile con riferimento all'imputazione fatta ex art. 1194 c.c. e chiedendo una rimessione sul ruolo al fine di consentire una integrazione della perizia che prescinda dal criterio di cui all'art 1194 c.c.;
- che secondo l'orientamento espresso dalla costante giurisprudenza della Corte di legittimitÓ secondo la quale la disposizione di cui all'alt 1194 c.c. -secondo cui il debitore non pu˛ imputare il pagamento al capitale piuttosto che agli interessi e alle spese senza il consenso del creditore- presuppone la simultanea esistenza dei caratteri della liquiditÓ e della esigibilitÓ sia del credito per capitale che del credito accessorio (per interessi o per spese), cosý che fino a quando sia incerto, illiquido o inesigibile il credito per capitale o quello accessorio, il debitore non Ŕ soggetto al divieto di imputare il pagamento al capitale (cfr. Cass. civ. sez. III, 26 giugno 1997 n. 5707; Cass. civ, sez, lav., 1 luglio 1994 n, 6228; Cass. civ. sez. III, 18 ottobre 1991 n. 11014; Cass, civ, sez. III, 8 marzo 1988 n. 2352).
- che appare opportuno integrare il mandato a suo tempo conferito alla consulente d'ufficio con riferimento ai suddetti rilievi disponendosi, la remissione della causa sul ruolo al fine di poter integrare il quesito demandato al consulente tenendo conto di quanto sopra detto;

P.Q.M.

Dispone la remissione della causa sul ruolo, ordina il richiamo della consulente dott. Antonella Scielzo, per le ragioni di cui in parte motiva.
Fissa l'udienza del 24.05.2010 per il conferimento del mandato e del prosecuzione del giudizio.
Visto l'art. 186 quater c.p.c. dispone il pagamento a favore di parte attrice della somma risultante dalla perizia pari a Ç 71.402,37.
Manda la Cancelleria per gli adempimenti di rito.
Catania 30.01.2010 Il Giudice
Dott. A. Azzia


VI
Tribunale di Lecce, Dott. Virginia Zuppetta, Sent. 334 del 03 febbraio 2010


Questo sito Ŕ di proprietÓ dello Studio Legale TANZA | antonio.tanza@gmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu